Eroe e antieroe: San Nicola riempie gli stivali in giro per il mondo, Krampus punisce i cattivi

San Nicola è uno dei santi più popolari della Chiesa cattolica. La sua festa si celebra il 6 dicembre in tutto il mondo, e l'usanza più famosa è quella legata al riempire gli stivali di doni.

San Nicola
Fonte foto: Ente per il turismo del comune di Baška

San Nicola era un sacerdote che diffuse la fede in tutto il mondo e fu sempre un combattente per la giustizia. I suoi resti furono trasferiti a Bari, in Italia, dove ancora oggi sono conservate le sue reliquie.

Secondo la credenza popolare, compiva anche miracoli. Come Gesù, calma il mare in tempesta ed è quindi il santo patrono dei naviganti. Con la sua benedizione guarisce un bambino con una lisca di pesce conficcata in gola, e noi lo chiamiamo il protettore dei bambini.

È il protettore dei bambini, dei marinai, delle ragazze, dei poveri, degli studenti, dei farmacisti, dei fornai, dei pescatori, dei carcerati, dei mercanti, dei viaggiatori, dell'isola di Sicilia, dell'Università di Parigi e di molte città del mondo.

San Nicola Lussino
Foto: Sandro Tariba

La leggenda di San Nicola

Oggi questo santo è conosciuto come una persona che rende felici i bambini con i suoi doni con gli stivali dalla notte tra il 5 e il 6 dicembre. Questa tradizione affonda le sue radici nella leggenda secondo la quale presso la casa dei genitori di S. Nicholas una volta viveva un uomo ricco, che perse il suo servizio reale e tutti i suoi averi. Aveva tre figlie che dovevano sposarsi, ma il padre non poteva dare una dote. E lo sfortunato padre ha deciso di scambiare la bellezza e la giovinezza delle sue figlie, per fare soldi. Hanno pregato Dio di liberarli da questo male e salvare il loro onore e onestà.

San Nicola in qualche modo venne a conoscenza di questa decisione del padre senza scrupoli, così prese una borsa, la riempì di monete d'oro, la avvolse in un panno e di notte si intrufolò di nascosto in casa e gettò le monete d'oro avvolte attraverso la finestra. Il padre delle ragazze rimase sorpreso quando la mattina trovò i soldi e decise di sposare onorevolmente una delle sue figlie e di darle una dote. La stessa cosa accadde la seconda volta, quindi il padre diede una dote anche per la seconda figlia di mezzo.

Foto: RvT / Pixabay

Ulteriore storia secondo la fonte all'indirizzo Wikipedia ha due estremità:

E quando ciò fu finito, tutto gli diceva qualcosa, che il benefattore sarebbe venuto per la terza volta, così lo aspettò in agguato per diverse notti. E infatti, proprio quando S. Nikola mette il suo regalo per la figlia più piccola, il padre salta in piedi, raggiunge lo sconosciuto e lo riconosce come Nikola. Nonostante lo pregasse di tacere, il padre felice annunciò la buona notizia ovunque.

L'altra estremità della storia è questa: Nikola ha visto che il padre delle ragazze lo stava aspettando, quindi ha avuto un'idea, è salito sul tetto e ha messo le monete d'oro attraverso il camino. Mentre le calze si stavano asciugando sul focolare aperto, vi cadevano dentro monete d'oro, ed è da lì che arrivano i regali, sia nei calzini che negli stivali, e Babbo Natale che cala i regali attraverso il camino.

Usanze di San Nicola

In Croazia, i bambini venivano tradizionalmente lasciati con mele, denaro, noci nella parte continentale della Croazia o mandorle in Dalmazia negli stivali che i bambini pulivano la sera prima e mettevano alla finestra durante la festa di San Nicola. Oggi le usanze di fare regali possono essere leggermente diverse, ma la tradizione di fare regali con gli stivali rimane ancora.

Avvento a Cherso
Fonte foto: Ente turistico della città di Cres

In questa storia manca un antieroe. E anche lui esiste ed è chiamato Krampus. È sua abitudine lasciare un bastoncino decorato negli stivali dei bambini che non sono stati buoni. Questa usanza è legata a usanze pagane risalenti alle religioni precristiane. Ma la frusta dei Krampus è rimasta per anni in paesi europei come Germania, Austria e Slovenia, ma anche in Croazia. Secondo la leggenda, Krampus picchia le persone con una frusta di betulla finché non diventano brave. Non sappiamo come i Krampus con le corna siano entrati nella tradizione della nostra regione, ma l'usanza di lasciare una frusta negli stivali è sopravvissuta fino ad oggi.

Speriamo però che tu abbia preparato gli stivali ieri sera e che San Nicola ti abbia portato dei doni... o una frusta.

///Elenco dei migliori eventi dell'Avvento nel 2023.

Foto di copertina: Gerd Altmann/ Pixabay

ULTIME USCITE

Iscriviti alla nostra newsletter

Una dose settimanale delle migliori storie turistiche. La newsletter ti offre una panoramica degli eventi e degli argomenti più importanti che sono stati scritti sul portale turistickeprice.hr

Il tuo indirizzo e-mail verrà archiviato in modo sicuro e utilizzato solo ai fini del sito turistickeprice.hr e non verrà inoltrato a terzi.