Geoheritage of Samobor: la grotta di Grgos è un'attrazione turistica per la ricchezza delle decorazioni rupestri

A Otruševec kraj Samobor c'è una delle grotte più belle della Croazia nordoccidentale - Grotta di Grgos. Fu scoperto per caso nel 1973 da Josip Grgos mentre scavava e sabbiava la pietra con cui produceva la calce, e un anno dopo fu protetto come monumento geomorfologico della natura.

Trent'anni dopo, durante i lavori di ampliamento dell'area di accoglienza, fu scoperto l'ingresso di un'altra grotta, nota come "Nuova Grotta di Grgos". La grotta è stata organizzata per visite dal 2008. Entrambe le grotte sono relativamente piccole, ma a causa dell'eccezionale ricchezza di decorazioni rupestri, sono un'attrazione turistica e sono una parte riconoscibile del geopatrimonio. Contea di Zagabria. Questa grotta è un'attrazione inevitabile per ogni visitatore della pittoresca Samobor.

L'articolo continua sotto l'annuncio

In appena un'ora e mezza facile percorri il sentiero di 2 chilometri, passando per 9 punti diversi, conoscerai la vita, i costumi e le leggende dell'area di Otruševec dalle bellezze sotterranee situate nella grotta di Grgos, attraverso le specifiche geologiche e biologiche alle storie di antichi giganti e persone preziose della regione di Samobor.

Valori naturali

La lunghezza totale della vecchia grotta è di 52 metri, e la profondità rispetto al livello dell'ingresso è di 19 metri, mentre la lunghezza della nuova grotta è di 97 metri e la profondità è di 14 metri.

Secondo ammassi di sigma e stalagmiti molto spessi sul terreno, è possibile concludere che la grotta sia relativamente antica, mentre la moltitudine di sottili stalattiti sul soffitto indica il processo ancora esistente di creazione e modellatura dello spazio della grotta.

Di particolare pregio sono le grotte numerosi coregoni di diverse specie. La grotta di Grgos è decorata con tubi o maccheroni, sighe eccentriche e tende o drappeggi. Ogni nuova goccia lascia un segno e così le tende diventano sempre più lunghe.

La grotta di Grgos nasconde una grande biodiversità

Secondo l'analisi del coregone della grotta, è risultato essere costituito dal 95% di carbonato di calcio e dal 5% di alluminosilicato. I coregoni nella grotta sono di diversi colori: bianco, giallo pallido, giallo, arancione e marrone. Il colore del coregone dipende dalle impurità minerali, dal terreno sopra la grotta, dalla copertura vegetale e dallo stato dell'ambiente.

Finora sono stati analizzati due coregoni della nuova grotta di Grgos, la loro età e le condizioni climatiche che un tempo prevalevano. Una stalattite iniziò a crescere 10 anni fa e smise di crescere circa 500 anni fa. Durante il periodo di crescita, è cresciuto a un tasso da 2 a 300 centimetro in 0,8 anni o da 1 a 100 millimetri all'anno. La parte più antica della seconda stalagmite ha circa 0,08 anni con una variazione del tasso di crescita da 0,1 a 40 centimetro in 000 anni.

Nella grotta di Grgos vivono fino a nove gruppi di invertebrati. La Croazia è un punto focale globale della biodiversità in termini di ricchezza di specie sotterranee e molte specie che abitano il sotterraneo croato sono endemiche della Croazia o dei Dinaridi.

L'articolo continua sotto l'annuncio

Fonte: istituto pubblico Green Ring della contea di Zagabria, Ente turistico della contea di Zagabria
Foto di copertina: Tatjana Masten Milek, fonte: Ente turistico della contea di Zagabria

- Anno Domini -

ULTIME USCITE

Iscriviti alla nostra newsletter

Dose settimanale migliorebolquei testimoni turistici. La newsletter ti offre una panoramica degli eventi e degli argomenti più importanti di cui sono stati scritti sul portale turistickeprice.hr

Il tuo indirizzo e-mail verrà archiviato in modo sicuro e utilizzato solo ai fini del sito turistickeprice.hr e non verrà inoltrato a terzi.