Il popolare Samoborček avrebbe compiuto 123 anni

spot_img

Nella sua storia Samobor registra da secoli i suoi collegamenti con Zagabria. Un tempo erano collegati da una strada romana, poi recentemente è stata costruita una strada in cemento attraverso Podsused, e oggi l'autostrada per Lubiana, Samobor, è idealmente collegata a Zagabria. Le strade sono sempre state la linfa vitale della città di Samobor e le hanno dato un'impronta storica nel contesto del suo sviluppo. Ha anche lasciato un segno indelebile nel collegamento del traffico tra le due città Samoborček.

un combattente confessato
L'ultima corsa il 31.12.1979 dicembre XNUMX, foto: Museo Tecnico Nikola Tesla

123 anni fa, il 16 gennaio, iniziava il suo viaggio il popolare "Samoborček".. Avvicinava le città di Samobor e Zagabria ed era un mezzo di trasporto insostituibile per gli escursionisti di Zagabria. Per decenni ha percorso una ventina di chilometri attraverso un totale di 25 stazioni, e la sua ha guidato per l'ultima volta il 31 dicembre 1979. anni. La locomotiva a vapore con vagoni fu sostituita un tempo dal più moderno treno diesel elettrico in alluminio del mondo, ovvero il DEV. Ma anche quel vantaggio tecnologico non poteva salvarlo dal destino. Samoborček è stato infine dichiarato non redditizio e abolito. Non c'era musica durante l'ultima corsa e non c'erano parole commoventi di addio. Così, "Samoborček" è entrato nella storia per sempre.

L'inizio della storia di Samoborček

La ferrovia Zagabria-Samobor è stata ceduta per l'utilizzo nel trasporto pubblico 16 gennaio 1901.e la ferrovia era lunga 19 chilometri. Da Zagabria a Samobor c'erano quattro treni al giorno e da Samobor a Zagabria tre. L'ultimo treno per Samobor è stato chiamato immediatamente "teatrale" perché era destinato ai passeggeri che vorrebbero visitare lo spettacolo teatrale serale a Zagabria e tornare a casa a Samobor in treno alle 22.45.

un combattente confessato
Il circuito di Samobor nel 1922, foto: Museo tecnico Nikola Tesla

Il periodo tra le due guerre mondiali è quello che gli abitanti di Zagabria e Samobor hanno sempre ricordato con nostalgia quando rievocano ricordi di "Samoborček". Questa epoca è stata segnata da un film indimenticabile del regista e sceneggiatore Krešo Golik "Chi canta non significa danno".

un combattente confessato
Foto: Museo tecnico Nikola Tesla

Natura romantica e verde degli ampi dintorni di Samobor, la catena montuosa dei monti Samobor s attraenti vette di Okić, Plešivica, Oštrc e Japetić hanno attirato migliaia di cittadini di Zagabria in una campagna a Samobor guidando a Samoborček. Naturalmente, una delle attrattive è stata la sviluppata industria della ristorazione Samobor con una ricca offerta di cibo e vino di qualità ...

un combattente confessato
Samoborček degli anni '30, foto: Museo tecnico Nikola Tesla

Samoborček come motore del turismo

Grazie a Samoborček, Samobor è diventato un luogo turistico e la principale area picnic di Zagabria tra le due guerre. Guidare a una velocità compresa tra 15 e 20 chilometri all'ora era particolarmente interessante in estate in carrozze aperte, e sarebbe durato fino a due ore con il canto e le risate dei passeggeri. Data la velocità del treno, circolava una barzelletta sul fatto che le rampe sulle strade fossero state allestite in modo che nessuno potesse correre sul treno.

///Se non l'hai ancora fatto, fai un viaggio a Samobor

Precedentemente "Vicinalna željeznica Zagreb-Samobor dd", nel 1950 è diventata la ferrovia urbana di Zagabria. Pertanto, questa ferrovia era l'unica in Jugoslavia che operava in modo indipendente al di fuori di JŽ. Contemporaneamente alla celebrazione del 50 ° anniversario della ferrovia Zagabria-Samobor, nel 1951. esteso da Samobor a Bregana così ora il percorso totale di Samoborček era lungo 23.300 metri.

l'interno del treno nel Museo tecnico Nikola Tesla di Zagabria
Foto: Museo tecnico Nikola Tesla

Cinque anni dopo, iniziò la costruzione di treni elettrici diesel in alluminio, abbreviati DEV. L'attraente composizione d'argento è comunemente chiamata "Freccia d'argento". Era una costruzione moderna su scala globale, e per la maggior parte era opera di fabbriche domestiche ed esperti.

gigante sulla ferrovia
DEV sulla ferrovia, foto: Museo tecnico Nikola Tesla

Dalla metà degli anni 'XNUMX, la concorrenza nel traffico stradale si è intensificata. A causa del calo del fatturato totale e del ridotto flusso di cassa, gli investimenti in infrastrutture e veicoli stanno diminuendo. Era anche un'idea da realizzare treno turistico con l'obiettivo di preservare la ferrovia e il suo ulteriore finanziamento, ma non ha mai preso vita.

La fine del viaggio di Samoborček

Il 19 dicembre 1979 le attività della ZET e della GŽZ furono riunite in un'unica società. Era l'inizio della fine della ferrovia urbana Zagabria e Samoborček. Così, il 31 dicembre 1979, alle 20.40:XNUMX, partì l'ultimo treno per Samobor, segnando simbolicamente la fine del viaggio che unì le persone e collegò i destini delle persone e di due città. Fino ad oggi l’idea di un suo rilancio è rimasta solo lettera morta sulla carta senza alcuna prospettiva di realizzazione nel prossimo futuro.

un combattente confessato
Foto: Museo tecnico Nikola Tesla

Popolare "Iron" e un'autovettura ora è nella formazione permanente del Museo Tecnico Nikola Tesla di Zagabria. La locomotiva a vapore fu prodotta nel 1930 in Germania e fu utilizzata sulla ferrovia Zagabria-Samobor tra il 1930 e il 1960.

ULTIME USCITE

Iscriviti alla nostra newsletter

Una dose settimanale delle migliori storie turistiche. La newsletter ti offre una panoramica degli eventi e degli argomenti più importanti che sono stati scritti sul portale turistickeprice.hr

Il tuo indirizzo e-mail verrà archiviato in modo sicuro e utilizzato solo ai fini del sito turistickeprice.hr e non verrà inoltrato a terzi.