Hvar - un'isola di sole, mare, olive e vino, ma anche diversità

Tra l'azzurro infinito del cielo e l'azzurro del mare, emerge un'isola verde, riconosciuta per la diversità delle specie vegetali, tra cui l'olivo, la vite, il rosmarino e la lavanda e le foreste di pino autoctono dalmata occupano un posto speciale. Il gioco della natura è visibile su ogni chilometro della costa estremamente frastagliata, il fondale roccioso è un paradiso per gli esploratori, e 143 siti speleologici ai curiosi non hanno ancora svelato tutti i segreti del grembo dell'isola.

L'isola più soleggiata del Mediterraneo è nella media 2.726 ore di sole all'annoe più di cinque mesi all'anno la temperatura del mare supera i 20 ° C. Solo a gennaio e febbraio la temperatura dell'aria scende sotto i 10 ° C.

Un'isola di diversità

La più lunga isola croata è anche un'isola di diversità: la tranquillità della fertile Starogradsko polje e la ripida caduta delle scogliere meridionali nel mare spumeggiante, la dolcezza della parte orientale dell'isola e la boscaglia della costa settentrionale delizieranno anche i più esigenti i viaggiatori.

La posizione unica della città di Hvar sulla nostra isola più soleggiata è responsabile delle numerose opportunità per tutti coloro per i quali una vacanza significa sempre un'esperienza speciale. Una delle specialità che Hvar offre ai suoi visitatori sono tour fuoristrada, che accompagnano i visitatori attraverso l'interessante paesaggio dell'isola, dove, con il caratteristico carsismo dalmata, si alternano campi di lavanda, oliveti e vigneti.

Eclettica, dinamica e unica, Hvar è un'isola sontuosa dove cultura e stile di vita si fondono a breve distanza, da splendide colline con vigneti sparsi, muri di pietra a spiagge assolate. La bellezza naturale dell'ambiente si combina con il carisma della vita cittadina e con innumerevoli attività culturali e ricreative 270 chilometri di costa.

LA TRADIZIONE DEL VINO BEVENTE DURA DA OLTRE 2000 ANNI

La vinificazione è stata coltivata a Hvar per più di duemila anni. Sì, avete letto bene: la ricerca scientifica ha confermato il fatto che la vite di Hvar era coltivata anche da antiche tribù illirichee lo scrittore romano Appian scrisse che il vino di Hvar era molto apprezzato sulla terraferma illirica.

Oggi, grazie alle generazioni e alla tradizione dei viticoltori di Hvar, la vinificazione di questa isola dalmata preferita è stata portata alla perfezione, che puoi provare con ogni goccia di vino di Hvar.
Le colline del vino formano un paesaggio molto speciale che circonda la città di Hvar, quindi nella tua avventura fuoristrada non dimenticare di visitare una delle cantine dell'isola e rinfrescarti con un bicchiere di buon vino.

Una visita ad alcune delle più famose cantine di Hvar vi darà l'opportunità non solo di degustare i vini di altissima qualità, ma anche di sentire le differenze di aromi e sapori aromatici. Alcuni vigneti sono situati su colline ripide, con uve che assorbono la luce solare tutto l'anno e con viste spettacolari che si estendono all'orizzonte.

L'autunno è sulla nostra costa, quindi l'isola di Hvar è davvero speciale e qui ti divertirai il sole e l'odore del mare e ti dimenticherai dell'autunno continentale con nebbia e pioggia. Quest'isola è particolarmente interessante in questo momento perché non è affollata di turisti e puoi vivere la vera vita dell'isola mentre conosci le usanze della gente del posto e quel ritmo di vita speciale che puoi vivere solo quando la stagione finisce. Una vera esperienza autoctona di Hvar con le storie dei suoi abitanti.

LE VISITE CULTURALI RACCONTANO UNA RICCA STORIA

La piazza centrale di Hvar o Pjaca è la piazza più grande della Dalmazia. Originariamente una baia profonda, e successivamente l'area tra due città fortificate, Grode a nord e Burg a sud, è stata riempita nel corso dei secoli fino ad assumere le dimensioni odierne. La piazza era già formata nel XV secolo, con la cattedrale a est e il mare a ovest. All'inizio era più ampio di oggi, ma a causa della mancanza di spazio all'interno della città fortificata, stanno costruendo case nella parte settentrionale della Pjaca, di fronte alle mura della città.

Al centro della Piazza si trova un comune un pozzo del 1520. La piazza è stata completamente pavimentata nel 1780 e oggi, quando attraversi questa piazza, sentirai lo spirito di alcuni tempi antichi, e ogni parte di questo luogo racconta una storia speciale. Assicurati di visitare Casa estiva del poeta Hanibal Lucić del XVI secolo, il Monastero dei Benedettini e la Chiesa di Sant'Antonio Abate e la magnifica Rocca Fortica - la fortezza della città.

Il vero edonismo è presente su quest'isola sin dai tempi delle lussuose ville romane, che emergono dalle mura dei palazzi rinascimentali e nonostante tutte le sfide della vita dell'isola, ancora oggi indugia nei sogni ad occhi aperti dei nomadi moderni che si godono lo splendore di Hvar. 152 anni fa iniziò il turismo organizzato europeo.

Solo che la nostra Hvar è il luogo in cui è iniziato il turismo europeo, sai la storia del teatro di Hvar?

Nel 2012, il Teatro Nazionale di Hvar ha segnato il proprio 400 ° compleanno. Ancora oggi invita i visitatori a salire sulla sua spaziosa terrazza e sbirciare all'interno della sua impressionante storia storica. La sua portata culturale e storica e il suo significato per il patrimonio culturale croato sono indiscutibili e spetta alle generazioni future riconoscerlo come loro patrimonio e continuare i percorsi dei loro antenati che hanno apprezzato il loro "Teatro persiano".

Fonte: Ente per il turismo di Hvar

ULTIME USCITE

Iscriviti alla nostra newsletter

Una dose settimanale delle migliori storie turistiche. La newsletter ti offre una panoramica degli eventi e degli argomenti più importanti che sono stati scritti sul portale turistickeprice.hr

Il tuo indirizzo e-mail verrà archiviato in modo sicuro e utilizzato solo ai fini del sito turistickeprice.hr e non verrà inoltrato a terzi.