Rab - un'isola di felicità, ma anche ricca di tradizioni e cultura

L'isola di Rab, è mediamente una delle isole più belle dell'Adriatico il sole splende 2417 ore all'anno. Ma non sono solo giornate di sole ciò che attrae i turisti su questo Un'isola di felicità, come viene ancora chiamata Rab. I visitatori di Rab nella loro nove insediamenti offre molto di più, un'introduzione alla ricca storia, cultura e tradizione.

Storia

Rab ha una ricca storia in cui spiccano molti personaggi famosi. Sono un'isola insediati dagli Illiri 350 a.C. e nel I secolo Rab divenne un comune romano. Si è sviluppato in un importante centro sulla costa adriatica orientale chiamato Felix Arba (Arb è una parola illirica che significa boscoso, scuro, verde). La sua ascesa iniziò nella seconda metà dell'XI secolo e durò fino al XIII secolo, quando fu governata dai governanti croati e dalla Repubblica di Venezia sotto forma di comuni adriatici liberi. Nel XV secolo fu venduto ai veneziani, sotto il cui governo rimase fino al 1798 e all'arrivo di Napoleone.

L'articolo continua sotto l'annuncio

Di interesse è la storia di Rab scalpellino Sv. Marina, che è andato nella penisola appenninica e lì fondò la Repubblica di San Marino nel IV secolo. Oggi è Tutti Marin patrono di Lopar e una figura particolarmente importante per la popolazione locale.

Isola della cultura di Rab

Molti chiese e piazze cittadine in tutta l'isola di Rab non hanno cambiato il loro ruolo fondamentale di centro della vita culturale sin dai tempi dei romani. Ogni estate, gli ospiti sono attesi per le strade di Rab numerosi eventi, dai concerti di famosi musicisti nazionali e stranieri a studi d'arte e mostre all'aperto che creano un'atmosfera speciale per le strade del centro storico.

Se puoi, assicurati di visitare la tradizionale fiera della cantieristica navale Rab Nautica Passione o partecipare un pellegrinaggio chiamato Croce, la cui tradizione ha avuto inizio dopo lo scoppio della peste. Da non perdere Fiera di Rab, una festa medievale unica con giochi cavallereschi. C'è anche Camminatore ecologicoe, durante il quale i produttori e le aziende agricole dell'isola presentano i propri prodotti autoctoni.

Usi e costumi

Rab è ricca di tradizione e occupa un posto speciale nel calendario "Fiera di Rab" che attira ogni anno più di 10.000 visitatori sull'isola. Le strade di Rab diventano il palcoscenico di una festa medievale in cui gli artigiani mostrano le loro abilità ed esibiscono i prodotti tradizionali. Allo stesso tempo, i balestrieri competono nel tiro al bersaglio ei visitatori godono di un programma di prim'ordine e di una vasta offerta di contenuti.

Tutti i cittadini di Rab e Lopar festeggiano Festa della Croce, un pellegrinaggio votivo i cui inizi risalgono al XV secolo, al tempo della peste, quando gli abitanti di Rab credevano che solo Dio potesse salvarli dalla morte. I credenti fanno un pellegrinaggio sull'isola fino in fondo Cattedrale dell'Assunzione della Beata Vergine Maria nella città di Rab, dove si tiene la cerimonia centrale.

L'ultimo giorno del carnevale, al cosiddetto Mesopust, I residenti di Lopar celebrano un rituale vecchio di 150 anni. Indossano una tradizionale maschera di carnevale (cappello e visiera) e, cantando antiche canzoni di Lopar, visitano le case dove vengono accolti con cibi e bevande fatti in casa. Altre usanze di Lopar possono essere viste agli spettacoli KUD “San Marino”. Ci sono anche varie fiere di antichi mestieri e arti che si tengono in tutta l'isola. Sono particolarmente interessanti danze tradizionali danza e canto che vengono eseguiti al suono di uno specifico strumento a fiato - il miha.

Fonte: Visita Rab

- Anno Domini -

ULTIME USCITE

Iscriviti alla nostra newsletter

Una dose settimanale delle migliori storie turistiche. La newsletter ti offre una panoramica degli eventi e degli argomenti più importanti che sono stati scritti sul portale turistickeprice.hr

Il tuo indirizzo e-mail verrà archiviato in modo sicuro e utilizzato solo ai fini del sito turistickeprice.hr e non verrà inoltrato a terzi.

Autore

Categorie