Promozione dei libri come incentivo per creare strutture turistiche con particolare attenzione ai percorsi culturali e di pellegrinaggio (percorsi)

La promozione dei libri, un autore rispettato e versatile sacerdote, P. Vlado Lončar a Zagabria, è un'occasione eccezionale per un altro blog di maggio, ispirato dal pellegrinaggio e dalla valorizzazione del patrimonio culturale e naturale delle Alpi Dinariche, ma anche ricordando ai residenti la Capitale croata delle fonti della loro identità.

IL DIZIONARIO DELLA MIA INFANZIA o IL DIZIONARIO DELL'IDIOM DELLA MIA PATRIA, a ricordo degli idiomi della regione del Posusje, da cui proviene l'autore, e una raccolta di poesie, ispirate al patrimonio naturale croato: SUL MARE E LE ACQUE, presentato la scorsa settimana al monastero della Provincia francescana dell'Erzegovina a Dubrava, Zagabria, è iniziato con un amichevole accordo a Humac vicino a Ljubuški, che il firmatario visita spesso cercando ispirazione ma anche una curiosa messa in discussione della propria identità, che può essere valorizzata per il turismo.

L'articolo continua sotto l'annuncio

E l'incontro con i francescani vitali che stanno coraggiosamente avanzando verso i prossimi secoli della loro vita terrena, tra cui l'autore dei libri citati, e la esitante richiesta di unirsi a lui nel cammino verso la metropoli, mi hanno stimolato la circolazione sanguigna e l'adrenalina turistica.

Abbiamo rapidamente organizzato un itinerario con il piano di partenza, il giorno prima, ovvero il 18 maggio, sulla vecchia strada attraverso Gorica, Imotski, Sinj, Udbina, Plitvice, in modo da poter iniziare la promozione il giorno dopo. Il nostro ritorno è definito da un percorso simile, quindi siamo partiti il ​​20 maggio, ma attraverso Lika, Maslenica, Ravni kotari, Biograd, Trogir e attraverso Tinov grad - Vrgorac, così come la parrocchia medievale di Hum - Rastoke, fino alla città ai piedi di Jurjevica che è identità segnata da Ljubus, un incantevole fiorentino, che divise l'idillio familiare dell'ostinato e timido duca Stipan.

La prima tappa è stata presso la famosa famiglia Sinj Zorica e Vučković, che, oltre al catering, preparano anche cavalli Alkar, ma che hanno anche prodotto diversi vincitori Alkar.

Questo è stato seguito da un passaggio attraverso la città reale di Knin, che, insieme al famoso centro storico, dove dopo l'operazione Tempesta ha sventolato probabilmente la più importante bandiera croata, che è adornata da una magnifica cascata del fiume di travertino Krka, che è un meta turistica unica…

Abbiamo anche utilizzato l'ora di pranzo per il piacere gastronomico, con le prelibatezze Lika e la birra Velebit vicino a Gračac, che fino al passaggio dell'autostrada era la principale fermata gastronomica sulla strada dal continente all'Adriatico.

Dopo un breve tragitto in macchina ci siamo fermati di nuovo, questa volta sopra Krbavsko polje in Udbina, che è adornata da un prezioso centro spirituale con la Chiesa dei MARTIRI CROATI e il memoriale di S. Anti che è simbolcollegamento con la parrocchia di Humac vicino a Ljubuški.

Con l'ospitalità del parroco di domicilio, abbiamo visitato con attenzione l'imponente edificio architettonico ispirato alla chiesa di S. Croce a Nin e battistero di Višeslav al centro. Poi lo scambio di libri con l'accordo per una nuova visita di pellegrinaggio, che prevede il ritorno dell'ospitalità, è stato un segno di rispetto reciproco e di riavvicinamento spirituale e culturale...

L'articolo continua sotto l'annuncio

Passando attraverso gli imponenti laghi di Plitvice adornati con laghi e maestose cascate, ci siamo fermati brevemente al monumento alla prima vittima della guerra nazionale - il cavaliere Josip Jovic e commenti sul luogo e sul modo in cui la polizia croata si è scontrata con i ribelli, noto anche come Sanguinosa Pasqua 1991.

Abbiamo anche commentato interessanti edifici con un'offerta turistica e di ristorazione di una delle destinazioni più attraenti della Croazia continentale, che scorre attraverso l'imponente fiume Korana, che accoglierà la Coppa a Karlovac e terminerà con la Sava attraverso il Danubio nel Mar Nero . . Abbiamo anche toccato il possibile luogo di origine dei Croati, proprio dalle rive di questo mare.

Un caloroso benvenuto al Monastero Francescano ha dato l'impressione che avremo un incontro interessante e piacevole nei prossimi giorni del nostro soggiorno a Zagabria.

Arrivato a Zagabria, mentre P. Vlado e i suoi confratelli concordavano i dettagli tecnici della Promozione di questi libri, ho sfruttato ogni momento per apprendere alcuni dettagli interessanti della vita francescana che, oltre a educare i giovani futuri sacerdoti, si prendono particolarmente cura bolesnicima nelle vicinanze bolnici.

Particolarmente interessante è stato l'incontro con il francescano, anche lui nato a Posušak, che, oltre al lavoro missionario spirituale, è adornato con un debole per i pellegrinaggi e le relazioni di viaggio, l'ex missione francescana in Austria - a Frohnleiten; Qui P. Šime Oreč lo ha utilizzato per pubblicare un libro in cui descrive le tracce dei suoi viaggi o pellegrinaggi in giro per il mondo, in tedesco, quindi speriamo che ispiri non solo gli amanti della parola scritta, ma anche i potenziali turisti a visita le nostre estremità che descrive così incantevolemente.

Il consueto inizio di ogni opera umana, anche qui alla Presentazione dei Libri del P. Governo, è iniziato con l'invocazione della benedizione di Dio nel monastero domiciliato, benedizione eseguita dal Guardiano P. Svetozar Kraljević, e invitata - rafforzando, ma anche cautelando per la corona ancora presente.

Una sala ben riempita, promotori o presentatori interessanti, nonché commenti spiritosi hanno segnato questo incontro propositivo e piacevole del popolo croato dinarico, che il mondo intero abita ma non si sposta.

La presentazione professionale di libri, o recensioni, l'atmosfera musicale del giovane teologo con la chitarra e la sua magnifica voce, e le gastro-prelibatezze hanno coccolato molti palati, ma anche gli animi dei presenti, e fornito ai frati locali e al P. Governo fini epiteti e gratitudine per eventi e realizzazioni culturali eccezionali, e ha dato al pubblico la possibilità di pensare: come mettere i talenti al servizio di Dio, ma anche al servizio dell'uomo.

I progetti per un nuovo raduno, che prevedano pellegrinaggi e percorsi culturali dalla metropoli alla Patria e viceversa, sono certamente incoraggianti e sarebbero sicuramente i piùbolI frutti di questo evento eccezionale, così come l'opportunità per le giovani generazioni di trarre ispirazione per tutte le attività umane, spirituali, culturali e persino commerciali dal ricco patrimonio naturale e culturale croato, ma anche l'uomo dinarico che ha la conoscenza e il desiderio di presentarli agli altri, al mondo. 

E l'esempio di padre Vlade, dei suoi colleghi e confratelli lo mostra chiaramente, quindi dovrebbero essere seguiti.

Foto: Marinko Brkić

- Anno Domini -

ULTIME USCITE

Iscriviti alla nostra newsletter

Dose settimanale migliorebolquei testimoni turistici. La newsletter ti offre una panoramica degli eventi e degli argomenti più importanti di cui sono stati scritti sul portale turistickeprice.hr

Il tuo indirizzo e-mail verrà archiviato in modo sicuro e utilizzato solo ai fini del sito turistickeprice.hr e non verrà inoltrato a terzi.