Sapete dove si trova la misteriosa isola di Badija?

L'arcipelago di Korcula è costituito da una ventina di isole minori, isolotti e scogliere. Una delle più famose è l'isola di Badija.

Puoi arrivare a Badija con varie barche da escursione dalla città di Korcula, e il prezzo di un biglietto di andata e ritorno è di circa 60,00 kn a persona, a seconda di chi stai viaggiando e della velocità con cui vuoi arrivare. In circa mezz'ora di facile guida raggiungiamo Badija. La barca è piena di turisti provenienti da vari paesi che hanno deciso di trascorrere una giornata di agosto su questa magica isola.

L'articolo continua sotto l'annuncio

Oltre al monastero, che è il più famoso qui, una delle attrazioni sono i daini che vagano liberamente qui. La prima coppia è arrivata mezzo secolo fa da Brioni. È un po 'una visione irreale di cervi che si avvicinano alla riva mentre ti avvicini al molo e si avvicinano sempre di più a te finché non ti trovi proprio di fronte a loro. È come se fossi in un picnic continentale o in montagna, non su un'isola.

Appena scesi dalla barca, i più piccoli si precipitano per primi verso il cervo che non ha paura dei movimenti improvvisi dei bambini e c'è un brivido di gioia che questi animali altrimenti timidi siano così vicini a loro e mangino dalle loro mani. Questa sarà sicuramente la scena per una delle foto più belle di questa estate, quella con il cervo e il mare e la spiaggia, tutto in uno scatto. Come da una fiaba. Quelle di mare, ma con un cervo.

Il caldo ci fece subito fare il primo bagno. In una pineta dal profumo intenso che si adatta ai nostri polmoni, dove fa un po 'più freddo e un po' bollente, lasciamo le nostre cose e saltiamo dal molo nel mare cristallino con vista sull'alto Pelješac. In una giornata così calda si starebbe ancora qualche ora in mare ideale per rifocillarsi, ma mezzogiorno è passato ed è tempo di una breve sosta nel ristorante dell'isola che si affaccia sul convento francescano sulla destra.

Il monastero di pietra all'esterno sta già affascinando la mia vista per raggiungerlo il prima possibile e sbirciare tra le mura di questo bellissimo edificio che esiste da secoli.

All'ingresso pago 20 kune, che non sono nemmeno 3 euro, prezzo corretto di cui partecipo alla riabilitazione del monastero dell'Assunzione di Maria, mantenimento e tutela dell'isola. All'ingresso, diversi locali e un paio di stranieri stanno valutando se mettere da parte 3 euro o lasciarli comunque in un bar vicino perché il monastero è bello dall'esterno, dicono.

I primi abitanti della Badia furono monaci, benedettini, che vi fondarono un monastero nel X secolo. Dopo la loro partenza a metà del XIV secolo, i francescani ricevettero la terra per costruire un monastero e in seguito l'intera isola. Qui hanno lasciato un segno spirituale e culturale attraverso secoli di vita sull'isola e le molte difficoltà dietro di loro che non li hanno aggirati. Tra loro ci sono i turchi che hanno saccheggiato molti oggetti di valore nel XVI secolo, dato fuoco a una chiesa, un monastero e rubato le campane delle proteste per non aver conquistato Korcula. Nella festa dell'Assunzione della Beata Vergine Maria nel 1571, un uragano fermò le galee turche che avevano rinunciato all'attacco e Korčula fu salvata.una processione con barche che trasportavano l'immagine della Madonna dalla cattedrale di Korčula di St. Marco alla chiesa di Badija.

Quasi 100 anni dopo la difesa di Korčula, i pirati Neretva attaccarono di nuovo e rubarono oro e argento dal monastero e altri pirati che presero in schiavitù 4 monaci che furono poi salvati dai cittadini di Korčula. C'erano orfanotrofi e scuole di grammatica a Badija, molti sono stati istruiti qui e alcuni hanno persino dato la vita per la fede. Badija non è stata restituita ai suoi storici proprietari - i francescani - fino al 2003, dopo che le autorità comuniste l'hanno rilevata nel 1949 e hanno utilizzato Badija come centro sportivo per allenamenti e competizioni.

L'articolo continua sotto l'annuncio

Attraverso il portone in pietra entro in un cortile rettangolare che mi ricorda i giardini ei palazzi andalusi dove si attende l'ingresso da ore, e qui solo pochi curiosi ed io percorro in completo silenzio il chiostro di un monastero del XVI secolo. Nella parte sopraelevata si trova una cisterna piena di vari vasi di erbe aromatiche, limone e gelsomino, e il portico portato da fitti portici si inserisce perfettamente nell'esempio del chiostro classico dell'architettura monastica.

Dalla bellezza del chiostro entro in una chiesa con cinque altari. Sul lato nord si trova un ingresso barocco in marmo che conduce alla cappella di S. Croce costruita nel 1769. Qui si trova l'altare più grande della Dalmazia in marmo bianco e blu in stile barocco, adornato con un'imponente croce di legno Badija che si trova oggi su Orebic, e per questo l'isola di Badija è stata pellegrinata per secoli.

Si potrebbe camminare in questo cortile per ore e in diversi momenti della giornata, e in silenzio considerare il concetto di bellezza e spiritualità. Peccato che abbiamo lasciato l'isola la sera perché è sicuramente speciale guardare il cielo da questo posto quando cala la notte e le lacrime di San Lorenzo perché erano appena le 12.8. Dovrò tornare di nuovo l'anno prossimo.

Se la strada per Korcula ti porta, lascia che l'isola di Badija sia nella tua lista perché è abbastanza vicina da conquistarti con la sua bellezza, cultura e spiritualità.

- Anno Domini -

ULTIME USCITE

Iscriviti alla nostra newsletter

Una dose settimanale delle migliori storie turistiche. La newsletter ti offre una panoramica degli eventi e degli argomenti più importanti che sono stati scritti sul portale turistickeprice.hr

Il tuo indirizzo e-mail verrà archiviato in modo sicuro e utilizzato solo ai fini del sito turistickeprice.hr e non verrà inoltrato a terzi.

Autore

Categorie