UPRIV - Acquavite del Rettore dalle Vigne del Rettore

Dopo la storia di p. brandy di Goldberg questa storia turistico-edonistica sulla seconda distilleria commerciale Baranja doveva arrivare. UPRIV - Associazione produttori di acquavite di frutta è specifico in quanto è registrato come associazione con attività economica, nonché nella sua struttura di rappresentanza denominata Sala di degustazione del Rettore, che si trova all'ingresso dei Vigneti del Rettore quando vi si arriva dalla direzione di Osijek.

C'è lui dietro tutta questa storia Davorin Skoflek che ha iniziato a comprare i primi frutteti in Baranja subito dopo la fine del reinserimento pacifico. I dieci ettari di frutteti che possedeva all'epoca non erano sufficienti per la frutticoltura classica, quindi ha voluto valorizzare i suoi frutti trasformandoli in premio Brandy. Sono stati anche procurati un frigorifero e tutta l'attrezzatura per la distillazione. Come lui stesso ammette, da bambino di città, non aveva idea della produzione del brandy, ma ciò non gli ha impedito di dedicarvisi e di afferrare molto rapidamente tutti i fili.

L'articolo continua sotto l'annuncio

- Avevo un socio in affari che produceva acquavite di ciliegie al confine tra Austria e Svizzera. Il suo approccio alla produzione è diventato un modello anche per UPRIV. Quando si tratta di produzione di brandy, non ci sono segreti, tutti sanno come produrre brandy. La principale differenza tra brandy e brandy deriva dall'approccio. Frutta sana, piatti puliti e clima. Questi sono i nostri tre postulati di base. Nessun cattivo brandy di frutta. Lavoriamo frutta assolutamente tecnologicamente matura. La drupacea viene disossata, il nocciolo viene macinato e poi posto in coma per 15-20 giorni. Prima viene la cottura, poi il pane tostato. Nella produzione utilizziamo solo un paiolo di rame da 350 litri, e per la conservazione del brandy solo acciaio inox e vetro, no legno. La nostra opinione è che il legno sia troppo aggressivo per conservare il brandy. Le acquaviti di frutta sono troppo delicate sia nei sapori che negli aromi per essere conservate in botti di legno. I nostri brandy sono incolori, il brandy di frutta deve essere incolore e limpido. Il nostro unico brandy colorato è il brandy di prugne, che dipingiamo con il baccalà di gelso. E quando si parla del terzo segmento della produzione, quello del tempo, è importante sottolineare che il brandy deve semplicemente invecchiare almeno un anno e mezzo per stabilizzarlo e diventare il prodotto finale di punta.. Insistiamo sulla massima qualità e quindi abbiamo limitato le quantità. Ogni chilogrammo di frutta deve passare per le nostre mani e dobbiamo controllare ogni litro del prodotto finale.

Fin dall'inizio, la storia è stata inclusiva, aperta ad altri piccoli frutticoltori della Baranja. Solo la sinergia dà risultati, sottolinea Davorin Škoflek.

- Mi sono reso conto che ci sono molti piccoli frutticoltori in Baranja che hanno problemi con la commercializzazione dei loro frutti. Abbiamo iniziato a costruire una distilleria e abbiamo offerto a tutti la collaborazione di essere subappaltatori, cioè membri dell'associazione. Attualmente l'associazione conta quattordici frutticoltori. L'associazione è stata fondata nel 2007 e da allora produciamo brandy. Mela cotogna, albicocca, pera, prugna, mela ne ricaviamo il brandy. Produciamo anche liquori al maraschino, liquore alle noci, liquore all'aronia. Produciamo anche due “bevande funzionali”; Knežev pelinkovac e Crvena Marta. Il Pelinkovac è fatto secondo una ricetta secondo la quale lo faceva la nobile famiglia Zrinski. Questa storia è stata creata come parte del progetto "Strada tematica Sulejman - Zrinski" a cui abbiamo partecipato attivamente. A quel tempo, questo assenzio veniva usato principalmente come medicinale, come balsamo per i guerrieri feriti in battaglia. Assenzio, zucchero fritto e brandy di mele sono i suoi ingredienti base. Chiamiamo Red Martha un elisir per donne che si beve solo in presenza del proprio uomo, e consiste in una miscela di liquore di ciliegie, liquore di more e zafferano. È una storia interessante e, soprattutto, funziona, Ce lo dice il signor Škoflek con un sorriso.

Non è facile realizzare un buon prodotto, ma è ancora più difficile presentarlo in maniera di qualità ad un vasto pubblico. E in quella storia, UPRIV ha le sue carte vincenti:

Per il design dell'etichetta dei nostri brandy che abbiamo ricevuto premio al festival GAST di Spalato. Riceviamo bus turistici e poi facciamo loro una presentazione nella Sala Degustazione del Rettore. La nostra idea originale era quella di creare qui un TIC - un centro di informazioni turistiche in cui sarebbe stata presentata l'intera offerta turistica della Baranja.

uppriv

Sala degustazione del Rettore è veramente un oggetto imponente. Nella prima parte ci sono calderoni e brandy, e sotto c'è una stanza con una massiccia tavola da cavaliere in legno. I corridoi del seminterrato conducono alla banca del brandy. Lì puoi comprare il brandy, affidarlo a loro per molti anni. Hanno il marchio di qualità "Originariamente croato", il loro brandy è stato assaggiato dal principe Carlo durante la sua visita in Baranja tre anni fa, e molto presto il loro brandy è andato nel Regno Unito.

Oltre alla produzione e alla presentazione, UPRIV si occupa anche dell'istruzione.

L'articolo continua sotto l'annuncio

- Nel corso del tempo, mi sono reso conto che non esiste quasi nessuna letteratura che istruisca sulla produzione del brandy in un modo popolare e di facile comprensione. Anche la poca letteratura esistente è per lo più di natura professionale ed è dominata da analisi fisico-chimiche e simili. Ecco perché lo sono ha scritto un opuscolo sulla produzione pratica del brandy che è disponibile online e chiunque può scaricarlo. Il feedback è più che buono, molte persone mi hanno detto che questo opuscolo li ha davvero aiutati.

La maggior parte dei loro brandy sono venduti a portata di mano, ma puoi anche gustare i loro distillati di frutta, ad esempio in Čingi Lingi Čardi a Bilje, Maiale nero a Čepin o Retfala ungherese a Osijek, così come in molti dei migliori ristoranti di Zagabria.

- Sono lieto che i nostri partner commerciali, che appartengono ai vertici dell'offerta ristorativa, abbiano riconosciuto i nostri brandy come prodotti che si abbinano ai distillati premium importati, sottolinea il signor Škoflek.

Fotografie: Mario Jukic

- Anno Domini -

ULTIME USCITE

Iscriviti alla nostra newsletter

Dose settimanale migliorebolquei testimoni turistici. La newsletter ti offre una panoramica degli eventi e degli argomenti più importanti di cui sono stati scritti sul portale turistickeprice.hr

Il tuo indirizzo e-mail verrà archiviato in modo sicuro e utilizzato solo ai fini del sito turistickeprice.hr e non verrà inoltrato a terzi.